Centrifughe frutta e verdura

bicchiere di succoPer fare i succhi ci sono fondamentalmente due tipi di macchine che si possono scegliere.

È possibile scegliere tra macchine che centrifugano e macchine che spremono.

Centrifugo significa che ha un movimento che si allontana da un centro o asse.

Le centrifughe sono i tipi più comuni di piccoli elettrodomestici che si vedono nei negozi o nei centri commerciali. Una centrifuga gira a velocità elevate e durante il movimento di rotazione, le verdure spinte giù per la bocchetta vengono ridotte in poltiglia. Il veloce movimento rotatorio costringe il succo verso una parete filtrante con piccoli fori che contemporaneamente ferma la polpa che esce da un’apposita finestrella per finire nel contenitore dei residui. Il succo viene convogliato verso un beccuccio da dove esce nel bicchiere raccoglitore.

Il lavoro di uno spremitore o estrattore assomiglia alla masticazione, macina, impasta la polpa di frutta e verdura “masticata”, e letteralmente la spreme estraendone il succo.

Un estrattore di succhi funziona a bassa velocità e con nessun movimento centrifugo, è dotato di riduttore di velocità e quindi necessita di un motore meno potente pur avendo una forza di estrazione decisamente maggiore.

La differenza tra una centrifuga e un estrattore è quella fra il giorno e la notte.

Le centrifughe lavorano a velocità elevate, tendono a essere rumorose, mentre un estrattore è più silenzioso e la bassa velocità masticatrice permette di estrarre succhi in modo più efficiente da più vegetali. Sono molto semplici da smontare e rimontare e più facili da pulire.

Un estrattore è perfettamente in grado di spremere verdure a foglia verde molto importanti come erba di grano, spinaci, prezzemolo, coriandolo, cavoli, bietole, ecc mentre una centrifuga non è neanche lontanamente in grado di farlo in modo efficiente.

Alcuni dicono che l’azione ad alta velocità di una centrifuga produce troppo calore può danneggiare o anche uccidere gli enzimi nel succo. Mentre non posso confermare né smentire questa affermazione, una cosa è certa, un estrattore sicuramente non crea l’attrito al pari di una centrifuga.

Un vantaggio significativo di un estrattore è che con meno verdure, nella maggior parte dei casi, produce più succo. Come risultato non è trascurabile, si spende meno di quanto si farebbe utilizzando una centrifuga per frutta e verdura.

Quale preferisco? In passato, ho sempre usato centrifughe. Questo soprattutto perché quando ho iniziato a fare i succhi, c’erano solo quelle, a parte alcuni estrattori americani che costavano migliaia di dollari e bisognava importarle dagli USA. facilmente disponibile. Oggi uso solo gli estrattori o spremitori, non so con quale termine meglio si qualificano, anche per la semplicità di montaggio e smontaggio e la facilità con cui si puliscono e naturalmente la qualità dei succhi.

Questo ad alcuni potrebbe apparire ridicolo, ma ho notato con piacere che quando sei nella tranquillità della tua casa, questa non viene turbata durante l’uso di un estrattore, e quando ormai lo usi da diverso tempo il sibilo di una centrifuga può sembrarti quello piccola mola a disco.

Se sei interessato a fare degli ottimi succhi pieni di nutrienti, vitamine e minerali ti consiglio quello identico al mio, da un negozio online con ottimo servizio, ottima assistenza clienti, garanzia Italiana prodotto dalla Hurom.

Luciano Gianazza Luciano Gianazza

Mi chiamo Luciano Gianazza, ho tradotto i libri del prof. Arnold Ehret portando così a conoscenza del pubblico italiano i suoi insegnamenti e in particolare “Il Sistema di Guarigione della Dieta senza Muco”. L'utilizzo dei succhi di frutta e verdura, ottenuti da estrattori a movimento lento, aiutano il corpo a ricuperare e mantenere la salute, ed è per questo che oggi mi trovi anche qui.